top of page

Chi sono

Titolare Studio

Da una esperienza di 17 anni in campo, di realizzazione di Procedure a norme ISO,  Istruzioni Operative e analisi di Risk management, in ambito di sicurezza sul lavoro nel ruolo di Supervisore, la passione per le nuove discipline che regolano la comunicazione di internet e in ambito web, mi portano ad accostarmi al Diritto Informatico.
Lavorando da oltre 5 anni da libero professionista, come consulente privacy, sempre in continuo aggiornamento sia in ambito informatico che in quello giuridico, partecipando a numerosi webinar, workshop, corsi di alta formazione, analisi delle sentenze e specializzazioni, approfondisco gli studi conseguendo un Master in Diritto dell'Informatica e certificandomi come DPO.
Gli studi sulla Privacy comparata mi portano ad analizzare più aspetti della materia, quali i reati e crimini informatici, approdando anche alle discipline della Digital Forensics, Cybersecurity, Ingegneria Sociale, Intelligence, Osint e AI.

Decido quindi di acquisire  un secondo Master in Criminologia e reati Informatici per perfezionare la tassonomia nel diritto penale dell'informatica e cybercrimes.
"Sono convinto che ogni professione è esercitata da uomini ed è rivolta ad altri uomini.
L'attività lavorativa ha una ricaduta diretta sulla vita dell'uomo e assume quindi, inevitabilmente, un risvolto Etico.

Verifica il mio profilo personale su LinkedIn oppure

sul sito inpa.gov.it della pubblica amministrazione.

Attività svolta a conformità di Legge n.4 del 14.01.2013, G.U. 26.01.2013

Socio membro Federprivacy

associazione  iscritta nel registro delle Associazioni Professionali presso il  Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) 

Iscrizione registro Albo privato UniD. (RSM)

                      

DPO: una competenza trasversale

Figura introdotta dal Regolamento sulla protezione dei dati 2016/679 | GDPR, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale europea L. 119 il 4 maggio 2016, ma già presente in alcune legislazioni europee.

E' un professionista, sia esso un soggetto interno o esterno, con competenze giuridiche, tecnico-informatiche, di risk management e di analisi.

Si tratta di un soggetto designato dal titolare o dal responsabile del trattamento per assolvere a funzioni di supporto e di controllo, consultive, formative e informative relativamente all’applicazione del GDPR. A tal fine, deve avere un ruolo aziendale ed è coinvolto in tutte le questioni riguardanti la protezione dei dati personali anche con riferimento ad attività di interlocuzione con l’Autorità, quali, ad esempio, audizioni, accertamenti ispettivi o riunioni svolte a vario titolo; cfr. art. 38, par. 1 del GDPR. Coopera, inoltre, con l'Autorità e costituisce il punto di contatto rispetto a quest’ultima e agli interessati, in merito alle questioni connesse al trattamento dei dati personali (artt. 38 e 39 del GDPR).(fonte garanteprivacy.it)

Deve poter offrire, con il grado di professionalità adeguato alla complessità del compito da svolgere, la consulenza necessaria per progettare, verificare e mantenere un sistema di gestione dei dati personali, coadiuvando il titolare o il responsabile del trattamento nell’adozione di un complesso di misure organizzative (anche di sicurezza) e garanzie adeguate al contesto in cui è chiamato a operare, riferendo direttamente ai vertici del titolare o del responsabile del trattamento.(fonte garanteprivacy.it)

Questo professionista ha molteplici funzioni importanti che vanno dalla formazione al monitoraggio, dalla consulenza alla risoluzione dei reclami, e il suo lavoro è essenziale per la tutela dei diritti dei dati.

Quindi il DPO ricopre un ruolo cruciale all'interno di qualsiasi organizzazione che tratta dati personali.

Come si sostanzia la funzione del DPO:

  1. Sorveglianza: il DPO deve monitorare costantemente l'utilizzo dei dati personali all'interno dell'azienda e assicurarsi che sia in linea con le normative sulla privacy.

  2. Formazione: il DPO è responsabile di formare e sensibilizzare il personale sui requisiti di protezione dei dati personali e sulle procedure corrette da seguire.

  3. Consulenza: il DPO è disponibile per fornire consulenza e supporto ai dipendenti, ai responsabili del trattamento ed al Titolare del trattamento dei dati, per quanto riguarda le questioni relative alla protezione dei dati.

  4. Revisione: il DPO deve esaminare i processi e le procedure dell'azienda per assicurarsi che siano conformi alle leggi sulla privacy.

  5. Risoluzione dei reclami: il DPO è il primo punto di contatto per i reclami riguardanti la protezione dei dati personali e deve gestirli con la massima attenzione e delicatezza.

  6. Collaborazione con le autorità: il DPO deve lavorare a stretto contatto con le autorità responsabili della protezione dei dati per assicurarsi che l'azienda rispetti tutte le leggi e i regolamenti applicabili

Cominciamo subito a collaborare!

bottom of page